Joomla!

Saturday
Dec 10th

Alternative flash content

To view this Flash you need Javascript on your browser and updated version of flash player.

News dalle gare

PREMIAZIONE CEM TROFEO FIA - OVIEDO - SPAGNA (05-11-2016)


Faggioli podio 2015Il 5 novembre Simone Faggioli è stato ospite, ad Oviedo in Spagna, alla cena di gala della FIA per ritirare il trofeo per la vittoria nel Campionato Europeo Velocità Montagna 2016.


FAGGIOLI ANCHE PRIMO SUL VULCANO DI TENERIFE - ARONA - ISOLE CANARIE (22-10-2016)

 

Faggioli podio 2015Si è conclusa con un'altra vittoria la stagione trionfale di Simone Faggioli. Dopo la conquista del 9° titolo europeo di velocità in montagna, del 12° campionato tricolore e del Masters FIA, il pilota fiorentino, a bordo della Norma M20 FC motorizzata Zytek e gommata Pirelli, si è aggiudicato, alle Canarie, anche la cronoscalata Arona-La Escalona, la più importante corsa in salita dell'arcipelago spagnolo. Davanti a oltre ventimila spettatori che hanno fatto da cornice allo spettacolare tracciato che in 5 chilometri, dalla bella cittadina dell'isola di Tenerife si arrampica, in un paesaggio lunare, verso la vetta del vulcano Teide, Faggioli ha vinto stabilendo anche il nuovo record della gara, migliorando di oltre 10 secondi il precedente primato. Al secondo posto il compagno di squadra Paride Macario su Osella FA30, terzo lo spagnolo Gonzàlez Cabrera su BRC 3000. Sul podio, oltre ai trofei, una gradita sorpresa, il Sindaco di Arona ha insignito il fuoriclasse toscano della cittadinanza onoraria della graziosa località turistica. Chiusa la pratica 2016 con la conquista dell'intero bottino, senza cullarsi sugli allori si pensa già alla prossima stagione e per il pilota toscano gli obiettivi non cambiano, Campionato Europeo e Campionato Italiano più un grande sogno, l'assalto alla leggendaria cronoscalata americana Pikes Peak, una gara difficilissima e complicata quanto affascinante con l’arrivo a quota 4.500 metri e per questo chiamata anche “Corsa degli Angeli”. La gara del Colorado è insieme a Indianapolis la più antica degli States e un trionfo qui farebbe entrare Faggioli di diritto anche nella storia del motorsport a stelle e strisce.


FIA HILL CLIMB MASTERS FIA 2016 - STERNBERK - REP. CECA (9-10-2016)

Simone Faggioli è medaglia d’oro al FIA Hill Climb Masters 2016 La competizione, che vale una stagione, se l'aggiudica il pluricampione fiorentino che si conferma il più forte pilota continentale delle cronoscalate


Faggioli podio 2015Una gara unica, una sola possibilità ogni due anni per conquistare “l’oro olimpico” della specialità. Lo scorso 9 ottobre è stata la volta di Simone Faggioli che ha voluto aggiungere al suo palmares questa gold medal FIA che ancora mancava e che nel 2014 gli era sfuggita per poco. Il portacolori Best Lap, a Sternberk (Rep. Ceca), ha abbassato la visiera ed ha combattuto caparbiamente contro il tempo al fianco dei migliori piloti della specialità provenienti da tutta l’Europa continentale e dal Regno Unito in un fine settimana in cui il freddo l’ha fatta da padrone. A bordo della sua Norma M20 FC motorizzata Zytek e gommata Pirelli, Faggioli si è imposto in tutte le manche di gara riuscendo a vincere la medaglia d’oro per la categoria 2 FIA - ovvero vetture sport e silhouette con cilindrata fino a 3000 - nonché la prima posizione assoluta con lo strepitoso tempo di manche di 1'17"50. Da precisare che rispetto al percorso della gara di Ecce Homo, che si svolge a giugno, il tracciato è stato accorciato a 3 km per permettere anche alle vetture provenienti dall’Inghilterra, con serbatoio molto meno capiente dei cugini europei, di gareggiare in una competizione che per la Federazione Internazionale dell’Automobile è la massima espressione di questa disciplina. Molto curati tutti i dettagli dell'evento dal punto di vista dell’immagine, mediatico e organizzativo. Il pubblico calorosissimo presente a Sternberk e da casa, ha potuto godere a pieno di una manifestazione così ben gestita anche grazie ad una diretta streaming degna di un GP di Formula 1. Pure gli altri piloti del Team Faggioli si sono ben distinti a partire dal giovane Andrea Bormolini che ha conquistato la medaglia d’oro Under 25. A conclusione di questo week end di sport la spettacolare, quanto insolita, parata finale di Simone Faggioli e dell’avversario di tutta la stagione, Christian Merli su Osella FA30 EVO, i quali, dopo aver deciso di non disputare la terza manche di gara a causa della scivolosità del tracciato per via della pioggia, si affiancano in una salita in omaggio a tutti i tifosi e tagliano insieme il traguardo per ricordare il vero significato dello sport. Una bella immagine che nelle ore successive ha fatto il giro del web. A fine gara Faggioli, impegnato tra una intervista ed un selfie con i tifosi, finalmente scioglie un sorriso che racconta da solo una stagione di sacrifici e oimpegno ai massimi livelli: “Cosa dire? il week end perfetto. Il freddo ha messo tutti alla prova, e sicuramente sono stato aiutato dalle nuove Pirelli Ultrasoft. Ci tenevo tantissimo a figurare bene, soprattutto con i piloti inglesi che allo scorso Master mi hanno dato filo da torcere. Dopo i titoli italiano ed europeo di quest’anno è arrivata anche la medaglia d’oro che aspettavo, per la quale ho lavorato tutta la stagione; sono felicissimo! Se poi guardiamo il “contorno” di questa manifestazione organizzata in maniera impeccabile dove il clima è davvero quello di una grande festa di fine stagione…è tutto quello che sognavo! Qui in Repubblica Ceca ho i mie fans europei più affezionati e tanti amici a Sternberk che mi vogliono bene! Ringrazio davvero tutti perché è come se fosse la mia seconda casa! Il team ha fatto un lavoro egregio, lavorare a queste temperature è cosa solo da professionisti! Grazie davvero a tutti, sono quasi senza parole… Norma, Pirelli, il team e la mia famiglia…una squadra che ha lavorato unita per un unico grande obiettivo. La medaglia di oggi corona una stagione travagliata, ma per questo ancora più preziosa!”


SIMONE FAGGIOLI AD ERICE CONQUISTA IL 12ESIMO TITOLO TRICOLORE MONTAGNA (18-09-2016)

Con la vittoria in terra sicula il pluricampione fiorentino si laurea anche Campione Italiano


Faggioli podio 2015Un week end difficile, per alcuni problemi occorsi sia in prova che in gara, quello che ha visto Faggioli imporsi nonostante tutto ed agguantare il titolo italiano con due gare di anticipo. L’alfiere Best Lap è riuscito nell’impresa e conquistando la 7ettima vittoria assoluta su 7 gare disputate, ha messo in archivio il dodicesimo titolo italiano in carriera al fianco del nono titolo europeo conquistato solo due settimane fa, a Bistrica, nella penultima gara del campionato continentale. A bordo della sua Norma M20 FC motorizzata Zytek e gommata Pirelli, Faggioli ha concluso l’edizione 2016 della cronoscalata al Monte Erice in prima posizione assoluta, nonostante un secondo posto ad un decimo da Domenico Scola in gara 1 a causa di un set up non centrato e a noie meccaniche che lo hanno penalizzato sin dal sabato e che comunque nulla tolgono all'ottima prestazione del giovane pilota calabrese. Secondo gradino del podio appunto per un brillantissimo Domenico Scola in continua crescita su Osella FA30, terza posizione assoluta per il compagno di squadra Omar Magliona su Norma M20 FC. Faggioli non nasconde la felicità per un titolo ottenuto davanti a rivali di tanto spessore: “La gara è stata davvero sudata. Oggi non mi sono risparmiato perché sapevo di dovere dare il massimo per sopperire a tutte le noie del fine settimana. Sono contento di essere riuscito nel mio intento e soprattutto di avere portato a casa il mio dodicesimo tricolore. Il ritmo così serrato di questa stagione, nella quale mi sono diviso tra italiano ed europeo, non mi ha mai permesso di abbassare la guardia e anche qui in Italia mi sono misurato con avversari forti e agguerriti, quindi maggiore è oggi la mia soddisfazione. Ringrazio davvero tutto il team che ha sempre fatto il massimo per darmi una vettura al top, ringrazio Norma per questa collaborazione di successo destinata a crescere ancora e ringrazio Pirelli per il grosso supporto e per il lavoro di sviluppo che stiamo portando avanti. Infine un grazie doveroso, ma di cuore, a chi mi sostiene e crede in me.”


SIMONE FAGGIOLI CONQUISTA A BISTRICA IL NONO TITOLO EUROPEO (18-04-2016)

Il portacolori Best Lap con la vittoria e nuovo record della gara slovena si aggiudica il campionato continentale eguagliando il primato di Mauro Nesti


Faggioli podio 2015È stata la sfida più discussa e attesa della stagione quella che ha visto Simone Faggioli gareggiare nella categoria monoposto alla 22esima Ilirska Bistrica, penultima tappa del Campionato Europeo Montagna FIA. Il pluricampione fiorentino per aggiudicarsi il titolo è stato costretto, nella gara slovena, a scendere in campo nella stessa categoria del suo diretto avversario, Christian Merli, a bordo di una barchetta monoposto del Team Faggioli, motorizzata Zytek e gommata Pirelli, con la quale non correva da oltre tre anni. Un fine settimana di tensioni dove la vittoria non era affatto scontata. Faggioli e Merli si sono “fronteggiati” sportivamente non risparmiandosi niente ed offrendo uno spettacolo ad altissimo livello al numeroso pubblico presente sul tracciato. Faggioli, però, grazie a un grande lavoro di squadra con meccanici e Pirelli, è riuscito a spuntarla già dalla seconda manche di prove e con un secondo di distacco dall’avversario di tutta la stagione ha conquistato la gara, segnato il nuovo record del percorso e portando a casa il nono titolo europeo della carriera. Titolo voluto fortemente perché grazie a questo Faggioli eguaglia il primato di nove campionati europei detenuto fino ad oggi solo dal grandissimo Mauro Nesti. Terzo, nonostante una toccata in chicane nella prima manche di gara, un brillante Paride Macario subito a proprio agio al debutto con la Norma M20 FC gommata Pirelli del team Faggioli. Al paddock la gioia e l’emozione sono incontenibili, soprattutto perché la sfida è stata veramente "adrenalinica". Faggioli visibilmente commosso racconta: “Non ci credo ancora. Non ero per niente convinto di riuscire a spuntarla. Christian è andato veramente forte, e non solo oggi. Per tutta la stagione ci siamo “battagliati” a suon di record e questo confronto diretto riassume e chiude una stagione sudata, ma per questo bellissima. A causa di un regolamento secondo me non giusto ho dovuto per una gara scendere dalla mia Norma per andare a correre con una monoposto, ma unicamente perché ritenevo mio diritto combattere per un titolo europeo con alle spalle 6 vittorie su 9 gare disputate. Nonostante alcune critiche credo fosse legittimo, e la prova di ciò sta nel fatto che Norma ha appoggiato la mia decisione. Il team oggi ha lavorato con la massima meticolosità per aiutarmi a ritrovare la confidenza con un mezzo costruito nel 2009 sul quale non salivo da tre anni. I ragazzi sono stati grandissimi. I pneumatici Pirelli si sono comportati perfettamente. Non ho nulla di cui lamentarmi, veramente. Voglio fare i complimenti a Merli, un avversario sportivo che ha sicuramente detto la sua anche in questa occasione. Ringrazio oggi più che mai tutti coloro che mi supportano, gli sponsor, Norma e Pirelli per credere sempre così fortemente in me. Adesso voglio godermi questo record che mi affianca a Nesti, un traguardo che mai avrei pensato di raggiungere, frutto di lavoro e sacrifici di tanti anni, mio, della mia squadra e della mia famiglia."


A SAINT URSANNE FAGGIOLI SI IMPONE CON VITTORIA E RECORD (21-08-2016)

Nella velocissima tappa svizzera del campionato europeo Simone Faggioli conquista la prima posizione assoluta per la sesta volta in carriera


Faggioli podio 2015Simone Faggioli, portacolori Best Lap, a bordo della sua Norma M20 FC Zytek gommata Pirelli, ha conquistato con una strepitosa performance la Course de Cote Saint Ursanne-Les Rangiers, decima prova in calendario per il Campionato Europeo Montagna FIA. Sabato il meteo incerto ha condizionato le prove facendo disputare solo una manche su asciutto. Il pluricampione fiorentino primeggiava sia nella prima che nella seconda salita, bagnata, facendo presagire quello che poi sarebbe stato il risultato di gara. La domenica il cielo, meno nuvoloso, ed il tracciato asciutto hanno permesso a Faggioli di staccare il nuovo record (nonostante l'allungamento del percorso di 11 metri) e di abbassare di un secondo il precedente record, stabilito da lui stesso nel 2013 con il tempo di manche di 1'42"118; nel pomeriggio, con una manche fotocopia, Faggioli ha poi praticamente bissato la precedente salita che gli è valsa la vittoria della gara. Per la classifica CEM, secondo alle sue spalle il connazionale Christian Merli su Osella FA30 a oltre 10", terzo lo svizzero Marcel Steiner su Lobart Mugen. La vittoria in Svizzera è anche la sesta vittoria assoluta su nove gare disputate quest'anno nel campionato europeo FIA. Così Faggioli a fine gara: "Saint Ursanne è la gara più veloce d'Europa, un tracciato da brivido che trasmette sempre tanta adrenalina. Vincere qui é una bella emozione. La macchina con i pneumatici Pirelli andava veramente forte. Voglio ringraziare il team, gli organizzatori della manifestazione e non per ultimo il mio compagno di squadra Fabien Bouduban, che qui è di casa, perché ci ha riservato un'ospitalità calorosa segno della grande amicizia che ci lega."


SIMONE FAGGIOLI IL VINCITORE E RECORDMAN A GLASBACH (31-07-2016)

Il pluricampione fiorentino nuovamente in trionfo nella tappa tedesca del Campiopnato Europeo Montagna FIA


Faggioli podio 2015Un ottimo fine settimana sportivo per Simone Faggioli, portacolori Best Lap, che in terra tedesca ha conquistato la Glasbachrennen e segnato il nuovo record del tracciato in 2’01”557 a bordo della sua Norma M20 FC Zytek gommata Pirelli. Il pluricampione fiorentino si è imposto nelle due manche di prova e nella prima e terza manche di gara e questo è stato sufficiente per permettergli la vittoria - al netto delle due migliori prestazioni in gara - davanti a Christian Merli, secondo su Osella FA30 EVO e a Paride Macario, compagno di squadra, terzo su Osella FA30. Già dalla prima manche di domenica Faggioli abbassava il precedente record del tracciato e limava ulteriormente nella terza salita nonostante i pneumatici usati. Faggioli commenta: “Ho fatto qualche errore di guida nella prima salita; mi dispiace perchè avevo una macchina perfetta e pneumatici nuovi ed avrei sicuramente potuto fare meglio. In ogni caso il risultato ed il record sono arrivati, ma ho deciso che nella terza manche dovevo recuperare l’errore e così in qualche modo è stato.”


SIMONE FAGGIOLI VITTORIA E RECORD ALLE SVOLTE DI POPOLI (24-07-2016)

Il pluricampione fiorentino si impone nella tappa abruzzese del CIVM


Faggioli podio 2015Simone Faggioli, portacolori Best Lap, non si è risparmiato e nel fine settimana che coincideva con il suo 38esimo compleanno si è voluto regalare il nuovo record delle Svolte di Popoli. Il pilota fiorentino, infatti, con il crono di manche di 3'00"12 ha abbassato di oltre 7 secondi il record del tracciato e con la sua Norma M20 FC gommata Pirelli ha conquistato la vittoria della 54esima edizione delle Svolte di Popoli, prova valevole per il Campionato Italiano Montagna in sostituzione dell'annullata Rieti-Terminillo. Secondo gradino del podio per il calabrese Domenico Scola su Osella FA30 ed ottimo terzo il compagno di team Omar Magliona su Norma M20 FC. Il meteo molto variabile ha condizionato fortemente il lavoro sulle vetture richiedendo, se pur possibile, ancora una maggiore concentrazione a tutti i piloti partecipanti. Faggioli brinda al compleanno con la sua squadra che lo attende al termine del parco chiuso: "Una bella vittoria quella di oggi. Non venivo a Popoli da dieci anni ed era la mia prima volta qui con un motore 3000. Il percorso, molto tecnico, ma a tratti molto sconnesso, unito al meteo capriccioso, ha richiesto un maggiore lavoro per la ricerca del set up ottimale che però, alla fine, siamo riusciti a centrare. Sono contento per Omar Magliona che oggi ha trovato il giusto feeling con la macchina e che ha segnato tempi notevoli. Peccato per l'incidente di Luca Ligato, il giovane pilota calabrese del nostro team che punta al campionato italiano CN, credo che oggi in gara avrebbe potuto fare molto bene."


SIMONE FAGGIOLI OTTIMA VITTORIA BAGNATA A DOBSINA (17-07-2016)


Faggioli podio 2015In Slovacchia contro un meteo decisamente avverso Il team Faggioli guadagna le Prime due posizioni del podio con il pluricampione fiorentino e il compagno Macario alle sue spalle Un percorso completamente bagnato in tutte le salite di prova e gara quelli della Dobsinsky Kopec, ottavo appuntamento del Campionato Europeo Montagna FIA. Da sempre a suo agio con la pioggia, Simone Faggioli , portacolori Best Lap, a bordo della sua Norma M20 FC gommata Pirelli Cinturato, ha dominato prove e gara, fatta eccezione per la seconda manche di domenica dove ha preferito gestire il notevole vantaggio sugli avversari rimanendo di 0,002" alle spalle del compagno di squadra Macario. Faggioli con il tempo complessivo di 5'25"403 guadagna la vittoria, secondo un ottimo e competitivo Paride Macario su Osella FA 30 a due secondi, terzo Christian Merli su Osella FA30 Evo a oltre 5 secondi. Un risultato davvero impressionante specie guardando le prestazioni del giovane Macario costantemente in crescita. Faggioli racconta: "Un fine settimana piuttosto impegnativo dal punto di vista del meteo. Non ha mai smesso di piovere ed abbiamo corso sempre con gomme da bagnato. Il risultato di oggi è molto importante per me e per il team. Sono felicissimo per Paride che sta crescendo di gara in gara concretizzando le sue doti, la serietà e l'impegno che mette in questo sport. Vorrei fare sinceri complimenti agli organizzatori e alla direzione di gara perché sono riusciti a gestire impeccabilmente una manifestazione fortemente inficiata dalle cattive condizioni atmosferiche. Hanno sempre e spontaneamente messo in primo piano la sicurezza persino rimandando l'orario di partenza della gara, e monitorando costantemente le condizioni del tracciato. Una conduzione esemplare."


SIMONE FAGGIOLI MIRACOLOSO SECONDO ASSOLUTO A LIMANOWA DOPO L'INCIDENTE IN PROVA (10-07-2016)

Straordinario lavoro del team per far ripartire il pilota fiorentino che salva un week end e fa il pieno di punti per la classifica del campionato


Faggioli podio 2015A Limanowa, in Polonia, settima tappa del Campionato Europeo della Montagna FIA, le premesse delle prove del sabato non sono state certamente delle migliori: Simone Faggioli e la sua Norma M20 FC gommata Pirelli nella quarta salita di ricognizione hanno urtato violentemente contro un guard rail nell’uscita da un tornante a causa di un problema elettronico che ha lasciato accelerata la vettura. I danni sono stati ingenti e la loro riparazione ha richiesto per tutta la notte il lavoro del team al completo. Un lavoro davvero impressionante quello fatto dal pluricampione fiorentino portacolori Best Lap e da tutta la sua squadra. Faggioli, grazie a questo importante sforzo, è riuscito a prendere il via alla gara conquistando, con gran sorpresa di tutti, la seconda posizione assoluta dietro a Christian Merli su Osella FA 30 Evo. Sul terzo gradino del podio Paride Macario con Osella FA30 del team Faggioli, che chiude così un personale ottimo fine settimana sportivo. Faggioli, alla sua prima apparizione in terra polacca, è riuscito a salvare in estremis un fine settimana iniziato nel peggiore dei modi ed ha fatto quanto gli era possibile con una vettura danneggiata per il 50% e comunque riparata sul campo di gara. La sua performance comunque gli permette la vittoria di gruppo e la raccolta di punteggio pieno per la classifica del campionato europeo, che lo vede ancora a pari merito al fianco di Merli. Faggioli racconta: “Il problema elettronico occorso sabato ci ha penalizzato molto. E’ stata una brutta uscita di strada ed il danno notevole. Nonostante questo devo sottolineare la sicurezza della mia Norma, costruita in carbonio e secondo i più recenti standar FIA, e che ha fatto si che io non abbia subito alcun danno fisico e che la scocca abbia retto l’urto. Il mio team ha fatto un vero e proprio miracolo nella notte tra sabato e domenica e se sono riuscito a concludere la gara lo devo unicamente a loro. Lo spirito di squadra è stato un incentivo in più perchè tutti, meccanici, staff e gli altri piloti, eravamo uniti in questo unico obiettivo. Sono fiero di averli tutti al mio fianco e della prova di forza che abbiamo dato.”


OTTAVA LAUREA PER SIMONE FAGGIOLI ALLA TRENTO BONDONE (3-07-2016)

Il pluricampione della Best Lap conquista il monte trentino con un nuovo e importante tempo record


Faggioli podio 2015L’università delle Salite: così Mauro Nesti definì la Trento Bondone, proprio per la particolarità del tracciato che, nei suoi 17 km, racchiude tutte le tipologie e difficoltà della specialità in un’unica lunga prova. Continuando questa efficace metafora Simone Faggioli, a bordo della sua Norma M20 FC motorizzata Zytek e gommata Pirelli, oggi si è laureato qui per l’ottava volta in carriera. Un primato personale che ha voluto arricchire anche con un nuovo record del tracciato, concludendo la gara con il tempo di 9’07”66 ed abbassando il precedente record sempre da lui firmato lo scorso anno di quasi 3 secondi. Secondo a 30” Christian Merli su Osella FA 30 EVO, terzo Michele Fattorini su Osella PA 2000. Molto buona anche la prova del compagno di squadra Luca Ligato con Osella Pa 21 S gommata Pirelli. Il pilota calabrese al suo debutto in questa gara si è classificato sesto assoluto e primo di gruppo CN. Un risultato importante quello di Faggioli al Bondone perché consolida la leadership nella classifica assoluta del CIVM e perché testimonia come i problemi tecnici di inizio stagione siano finalmente risolti. Dopo il traguardo Faggioli non risparmia i sorrisi e racconta: “Sono alle stelle. Mai mi sarei aspettato questo tempo poiché i tratti con il nuovo asfalto erano scivolosi e supponevo avrebbero penalizzato il risultato finale. La mia Norma e le gomme Pirelli si sono comportate benissimo fino alla fine e questo è il segnale che finalmente posso dimenticare i problemi di inizio stagione. Il risultato di oggi per me è importante non solo per la vittoria, ma anche per essere riuscito a rimanere al top per tutta questa lunga e faticosa gara. Il lavoro del team, di tutti i tecnici, e di sviluppo sui pneumatici ha avuto i suoi frutti ed ha confermato la bontà della strada intrapresa tutti insieme. Ai tanti tifosi e amici presenti, spero di essere riuscito a ricambiare la fiducia che non hanno mai smesso di riporre in me.”


FAGGIOLI VINCE E CONVINCE A MORANO (12-06-2016)

Nella quarta di CIVM il pilota fiorentino conquista il gradino più alto del podio


Faggioli podio 2015Erano passati dieci anni dall’ultima partecipazione di Simone Faggioli alla cronoscalata Morano - Campotenese e al suo ritorno questo week end il pluricampione e alfiere Best Lap ha voluto dire la sua a bordo della Norma M20 FC gommata Pirelli ed ha segnato, oltre alla vittoria assoluta, il nuovo record del tracciato con il tempo di 2’40”01. A onor di cronaca il record precedente era già stato scalzato nelle prove del sabato dai primi quattro assoluti, ovvero Faggioli, Merli, Magliona e Cubeda. Secondo a 3"69 Christian Merli su Osella FA30 Evo, terzo Domenico Cubeda su Osella PA 2000. Solo sesto nell’assoluta di gara il compagno di squadra Omar Magliona a causa di una leggera uscita di strada in gara 1 che ha compromesso il risultato complessivo. A completare un positivo fine settimana del Team Faggioli, Luca Ligato, che con l’Osella PA 21 S ha conquistato, con un ottimo tempo, la prima posizione di gruppo CN. “Questa di Morano è una bellissima gara - ha commentato Faggioli - un'ottima organizzazione e un tracciato che mi piace in modo particolare. L’assetto della mia macchina era impeccabile e la vettura molto bilanciata. Sono davvero soddisfatto della prestazione di oggi perché è la dimostrazione che il lavoro del team in generale e quello di Pietro Comandini in particolare, è andato nella giusta direzione. I problemi elettronici che ci hanno assillato nell'ultimo periodo e che hanno compromesso alcuni risultati sembrano risolti e per questo dedico questa importante vittoria a tutto il team. Oggi, sappiamo di poter proseguire con nuova forza nel Campionato Europeo”.


SIMONE FAGGIOLI PRIMO DI GRUPPO, MA SOLO QUARTO ASSOLUTO AD ECCE HOMO (06-06-2016)

Noie elettroniche non permettono al campione fiorentino di conquistare la gara ceca dove,comunque, nella seconda salita stacca il miglior crono assoluto del week end.


Faggioli podio 2015Un fine settimana non del tutto positivo, quello che ha visto Simone Faggioli, portacolori Best Lap, a bordo della sua Norma M20 FC con pneumatici Pirelli gareggiare in terra ceca per la conquista della quinta tappa del campionato europeo montagna FIA. Il pilota toscano, infatti, a causa di noie elettriche si classifica solo quarto assoluto dopo il podio composto nell’ordine da Christian Merli su Osella FA 30 Evo, Paride Macario e Joel Volluz entrambi su Osella FA 30. A Faggioli rimane comunque la prima posizione di gruppo che gli permette di ottenere pieno punteggio ai fini della classifica del campionato. Non per ultima la soddisfazione di avere staccato, nella seconda salita di gara, il miglior riscontro cronometrico assoluto della competizione con il tempo di 2’ 45”67, lasciando però intatto il record da lui stesso stabilito nel 2012. Simone al termine della manifestazione ha commentato: “E’ stato difficile. Non siamo ancora riusciti a risolvere le noie elettriche che ci portiamo dietro da inizio stagione. Nella prima manche di gara mi si è spenta la macchina e non sono riuscito a fare il tempo che speravo. Nella seconda ho voluto comunque dimostrare che ci sono, anche se sapevo che non avrei potuto recuperare il grosso gap con i primi assoluti della manche precedente. Voglio fare grandi complimenti al mio compagno di squadra, Paride Macario, che di gara in gara dimostra di acquisire sempre più confidenza con la macchina e che oggi è secondo assoluto; una bella soddisfazione per il nostro team. Aggiungo che venire qui a Sternberk è un po’ come essere a casa: l’accoglienza è sempre calorosa e l’affetto che questo paese nutre per me mi fa un enorme piacere. Bravi gli organizzatori, Amk EcceHomo, per avere gestito alla perfezione la gara sia dal punto di vista delle tempistiche, della sicurezza del tracciato, della logistica e dell’ospitalità.”


SIMONE FAGGIOLI NON HA POTUTO PRENDERE IL VIA ALLA VERZEGNIS - SELLA CHIANZUTAN A CAUSA DI UN VIOLENTO NUBIFRAGIO (29-05-2016)

Purtroppo, per motivi non dipendenti dalla volontà dei piloti, ma a problemi tecnici, meteo e legati alle direttive di gara, la Verzegnis-Sella Chianzutan è stata sospesa. Simone Faggioli e la sua Norma M20 FC gommata Pirelli non hanno potuto disputare la competizione di domenica a causa di questo perentorio stop alla gara. Il portacolori Best Lap, che il sabato aveva sofferto in entrambe le manche di noie all'elettronica, contava nella gara soprattutto per verificare la risoluzione a questi problemi. C'è rammarico anche per spettatori che hanno atteso invano lungo il tracciato ed in particolare per il prestigio di una manifestazione che è sempre stata fiore all’occhiello del campionato italiano e che per una somma di eventi quest'anno non è riuscita a decollare. L'augurio è che, se errori ce ne sono stati, questa esperienza negativa possa essere di lezione per fare in modo che non avvengano di nuovo nelle prossime edizioni.

 


FAGGIOLI MATADOR DA RECORD IN TERRA IBERICA (15-05-2016)

Il pluricampione fiorentino si impone nella Subida al Fito conquistando anche il nuovo record del tracciato


Faggioli podio 2015Una prova da incorniciare, quella che Simone Faggioli ha regalato questo week end nella Subida al Fito quarta prova in calendario del Campionato Europeo Montagna FIA. Il portacolori Best Lap, a bordo della sua Norma M20 FC Zytek Armaroli/EFI Comandini e gommata Pirelli, ha primeggiato in tutte tre le manche di gara, sia su fondo asciutto, sia su fondo umido, segnando nella prima delle tre salite (svoltasi il sabato) anche il nuovo record della gara spagnola con il tempo di 2’27”540. Alle sue spalle, a completare un podio tutto tricolore, secondo gradino per Christian Merli su Osella FA 30 Evo, terzo, in continua crescita, il compagno di team Paride Macario su Osella FA 30. Da sottolineare come i repentini cambiamenti meteorologici abbiano reso faticoso il lavoro di meccanici e tecnici per adattare al meglio le vetture al fondo stradale in un tracciato tra i più tecnici d’Europa, dove il set up adeguato si rivela più che mai essenziale. Nonostante la pioggia una nutrita folla di appassionati asturiani ha seguito con grande calore la manifestazione, riversandosi al termine della gara tra le caratteristiche vie di Arriondas. A fine gara la soddisfazione di Simone Faggioli : “Sono contento, soprattutto perchè abbiamo lavorato duramente con i ragazzi in questo fine settimana e lo sforzo è stato ripagato. Una piccola noia elettronica mi ha anche fermato stamattina nella salita di warm-up, ma per fortuna siamo riusciti a risolverla confermando il risultato che già ieri avevo ipotecato nella prima manche di gara. Il calore di questa regione è veramente incredibile: l’accoglienza è stata ottima e tantissimi i tifosi che sono venuti a salutarmi. L’organizzazione, molto efficiente, ha permesso infine che la gara si svolgesse senza intoppi o rallentamenti, nonostante le bizze del meteo.”


UNA SBANDATA SULL'OLIO COMPROMETTE LA RECHBERGRENNEN PER FAGGIOLI (24-04-2016)

Il pilota portacolori Best Lap non riesce a recuperare e si classifica secondo assoluto e primo di gruppo, segnando comunque nella seconda manche il nuovo record del tracciato.


Faggioli podio 2015A Rechberg, Austria, seconda prova del Campionato Europeo Montagna FIA, Simone Faggioli a bordo della sua Norma M20 FC gommata Pirelli ha guadagnato questo week end, nonostante una sbandata sull’olio, il secondo gradino assoluto del podio dietro a Christian Merli su Osella FA 30 EVO e seguito in terza posizione dal ceco Milos Benes su Osella FA 30. Purtroppo nella prima manche di gara, come detto, una striscia di olio non segnalata sul tracciato ha causato a Faggioli la perdita di controllo della vettura che andava anche a toccare un paletto in plastica conficcatosi poi tra ruota anteriore e carrozzeria. A causa di questo incidente il pilota fiorentino ha perso importanti secondi e nemmeno una prestazione magistrale nella seconda manche, che gli ha permesso di registrare il nuovo record del tracciato austriaco in 1’54”928, è stata sufficiente a recuperare lo svantaggio iniziale. Simone Faggioli è amareggiato, ma sereno: “Quello che è successo nella prima manche mi ha penalizzato per la classifica assoluta della gara, ma sono anche stato fortunato di non avere accusato danni più gravi di quelli avuti. Ho fatto il possibile per recuperare nella seconda salita, ma non è stato sufficiente. Purtroppo sono cose che succedono durante le competizioni e bisogna metterlo in conto. Faccio i miei complimenti a Christian Merli e ad Osella perchè a prescindere da questi fatti la loro prestazione oggi è stata davvero buona. Ho comunque guadagnato la prima posizione di gruppo e ai fini della classifica del campionato non perdiamo nulla. In settimana lavoreremo ancora sulla nuova macchina 2016 con la quale sono ansioso di poter debuttare quanto prima.”


SIMONE FAGGIOLI ED IL SUO TEAM AL VIA DEL PROGRAMMA 2016 (12-04-2016)

Il pluricampione fiorentino apre la stagione agonistica in Francia con la prima prova del CEM a Col St Pierre


Nuova livreaL'inverno appena lasciato alle spalle ha portato grande fermento all'interno del Faggioli Racing Team riconfermando, in primis per Simone Faggioli, le importantissime collaborazioni con Norma, casa costruttrice francese della quale è pilota ufficiale da due stagioni, e con Pirelli. Il pilota fiorentino, al debutto del suo programma stagionale, domenica 17 aprile sarà allo start della corsa francese di Col St Pierre, prima prova del Campionato Europeo Montagna FIA, a bordo della Norma M20 FC versione 2015 con pneumatici Pirelli. L'evoluzione della nuova biposto transalpina è alle sue ultime fasi di sviluppo, per questo Faggioli per la gara d'apertura utilizzerà ancora la vettura dello scorso anno, con la quale ha conquistato i titoli italiano ed europeo, per poi passare al modello 2016 già a Rechberg, in Austria, nel week end successivo. Il programma europeo di Faggioli non esclude alcune presenze anche a gare del campionato italiano, laddove le non-concomitanze lo permetteranno. Nell'impresa europea Simone Faggioli, pilota portacolori della scuderia romana Best Lap, sarà affiancato dai compagni di squadra Paride Macario, su Osella FA30 Zytek, Marco Capucci e Andrea Bormolini su Osella PA21 e Fabien Bouduban su Norma M20 FC. A rappresentare il team nel Campionato Italiano Velocità Montagna saranno invece il sardo Omar Magliona su Norma M20 FC Zytek e Luca Ligato su Osella PA21. Obiettivo stagionale di Faggioli sarà la conquista del nono titolo europeo, anche se la concorrenza sarà sicuramente sempre più agguerrita.


2015

 

Ultimo Video

Ultime foto

Un team vincente

IMG 2994 Dal 2002 il team Faggioli è sinonimo di successo. Le vittorie di Simone Faggioli e della sua Osella nelle cronoscalate hanno messo in evidenza l’efficienza dell’intero staff contribuendo all’innalzamento dell’immagine del Team, sia a livello nazionale che internazionale. Continua...

Calendario Gare 2016